Se vuoi scoprire tutte le novità di WooCommerce 3.0 sei capitato nel posto giusto!

Tutto il team di WooCommerce si è dichiarato orgoglioso di presentare la nuova versione di WooCommerce 3.0 (soprannominato anche Farfalla Bionica), anche se sembra passato molto tempo dall’ultimo aggiornamento “corposo” ( WooCommerce 2.6 rilasciato il 14 giugno 2016 ), forse ne è valsa la pena di aspettare un po’ di più.

Alcune delle più importanti aggiunte sono:

  • la galleria dei prodotti con un nuovo zoom ed il miglioramento della galleria per il mobile
  • miglioramento della velocità di WooCommerce ed incremento delle prestazioni
  • l’aggiunta delle nuove classi CRUD
  • un nuovo CLI powered by REST API

 

le-novita-di-woocommerce-3-0-farfalla-bionica

Grazie ad un sondaggio ed a test interni il team è riuscito a sviluppare una galleria completamente rinnovata con nuove funzionalità, un netto miglioramento della user expiriance per quanto riguarda la versione mobile ed infine la galleria è stata resa molto più intuitiva.

 

La nuova galleria, visibile sulla pagina del singolo prodotto, avrà la possibilità di effettuare un ingrandimento sia dalla pagina sia effettuare uno zoom nel lightbox. Quando ci sono più immagini il click su una thumbnail non apre più il lightbox ma l’immagine viene visualizzata immediatamente.

Notevoli miglioramenti sulla galleria nella versione mobile sono stati implementati e riguardano lo “swipe” tra le foto della gallery e “pinch” per zummare.

Infine, sempre per il mobile, lo zoom su un’immagine mostra la sua immagine nella dimensione reale, mentre in precedenza veniva ridotta risultando molto piccola.

 

Per quanto riguarda il miglioramento delle prestazioni, soprattutto per quanto riguarda e-commerce piuttosto grandi con diverse centinaia di prodotti e molte varianti, è stato adottato l’utilizzo delle tassonomie al posto dei “lenti” post meta, per la visibilità de prodotto, prodotti in vetrina e prodotti più venduti. Sono state inoltre ridotte le query per upsell, prodotti correlati nella pagine di prodotto e carrello.

 

Fino ad oggi, per gli sviluppatori, c’erano modi diversi di accedere ai dati di WooCommerce, sia in scrittura che in lettura e questo provoca perdita di tempo e complicazioni durante lo sviluppo di plugin o temi. Ed è per questo che sono state introdotte le classi CRUD (Create, Read, Update, Delete ) che consentono appunto di eseguire le quattro operazioni di base che si possono utilizzare per una risorsa.

Questo significa in altre parole che è sufficiente conoscere i nomi dei dati che si intende manipolare, senza necessariamente conoscerne i dettagli, che questi dati possono essere spostati altrove in altre tabelle di database personalizzate senza modificare codice esistente e come risultato finale meno codice da scrivere.

 

Ma non è tutto per quanto riguarda le novità di WooCommerce 3.0, grazie al nuovo CLI (command line interface). Inizialmente WooCommerce utilizzava un CLI alimentato da un proprio codice interno e separato da REST API. Questo poteva provocare duplicazione del codice accidentale e che operazioni disponibili con il codice di base di WordPress non erano possibili con il CLI di WooCommerce. Il nuovo CLI alimentato da API REST riduce la quantità di codice, offre maggiore potenza e soprattutto i comandi saranno sempre aggiornati grazie all’API REST.

 

Altri miglioramenti non meno evidenti, ma non sarebbe sufficiente un unico articolo per descriverli tutti sono:

  • una migliore gestione per le aliquote fiscali dei diversi paesi per organizzare meglio nuove zone fiscali
  • migliorata la gestione degli utenti nei multisiti WordPress, WooCommerce aggiungerà utenti al negozio corrente in automatico se l’utente è già presente in un sito dello stesso network
  • sistemato il calcolo della percentuale tra carrello e coupon che poteva causare errori e/o confusione
  • migliorati infine i log per gli sviluppatori

 

N.B. prima di aggiornare alla nuova versione di WooCommerce è consigliato eseguire un backup.

 

Queste sono le novità di WooCommerce 3.0, e tu cosa ne pensi? Scrivilo nei commenti qui sotto!

Share This